Davide Bordiga (chitarra)

 
Davide Bordiga (chitarra)
Andrea Ferreri
Stefano Mantelli

Davide Bordiga (Cagliari, 1984) non si appassiona veramente alla musica fino all’età di 16 anni, quando preso dalla curiosità e dai pareri entusiasti degli amici decide di ascoltare per la prima volta un disco di 4 strambi personaggi inglesi dal sound vagamente operistico: è così che viene folgorato all’istante dallo stile chitarristico del riccioluto Brian May e dal suo inconfondibile tocco. Dopo l’abbuffata di Queen si dedica alla scoperta dei grandi classici del rock (Led Zeppelin, Deep Purple, Santana e AC/DC su tutti) e si convince ad imbracciare una chitarra acustica per la prima volta.

Lasciare la sua amata Sardegna non gli impedirà di continuare gli studi da autodidatta sulla chitarra elettrica, che lo porterà ad appassionarsi sempre più all’origine di tutto: il blues. Ispirato da Hendrix, SRV e dai lontani bluesman americani si decide a buttarsi nella scena musicale torinese: armato del fedele trio Fender-Gibson-Marshall si diverte a portare in giro l’energico groove texano degli ZZ Top con la tribute band Mescaleros. In seguito conosce i Wannadoo ed è subito grande intesa, grazie alla comune passione per gli eterni Stones: la musica del diavolo può continuare…

Chorister
Mario Gilardini
Franco Stella
 

 
 
previous next
X